Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Come prendersi cura delle stelle di Natale

Le stelle di Natale possono sfoggiare bellissimi colori anche dopo i giorni di festa, l’importante è seguire alcuni consigli e innanzitutto scegliere un fiore di qualità.
 
Tutte le vostre cure risulteranno poco utili se la stella di Natale fosse già danneggiata al momento dell’acquisto:
per questo controllate sempre che il fogliame sia fitto, che i fiori siano ben germogliati e che non ci siano piccoli danni già visibili.

Evitare freddo e corrente d’aria


Per rimanere rigogliosa e sana la stella di Natale ha bisogno di essere riposta in un luogo non troppo freddo e riparato da eventuale corrente d’aria. In negozio fatevi impacchettare bene il fiore e andate subito a casa, così non subirà troppi sbalzi di temperatura. La temperatura ideale per le stelle di Natale è tra i 15 e i 22 °C.
Cercate un luogo abbastanza luminoso, ma non a luce diretta del sole che potrebbe danneggiare le foglie colorate. Fate attenzione a non esporre la stella al riscaldamento che potrebbe creare un clima troppo secco.

Mantenete il terriccio umido, ma non bagnato

Le radici non devono essere troppo bagnate, come anche il fondo del vaso, sennò le foglie colorate ne risentirebbero subito diventando gialle. È sempre meglio aspettare a innaffiare se sentite che il terriccio è ancora umido. Se il terriccio risulterà troppo asciutto anche le foglie inizieranno ad asciugarsi, ma appena annaffierete si riprenderanno.
Durante il periodo di fioritura basta annaffiare con un goccio d’acqua ogni due giorni. Se notaste delle macchie o delle cime marroni delle foglie aggiungete delle sostanze nutritive all’acqua del vostro innaffiatoio.