Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Cura del terreno

Appena arriveranno le prime giornate prive di gelo potrete iniziare a vangare il terreno. Voltate lo strato superiore in modo da liberare sia gli animali che vivono nel suolo che le sostanze nutritive e per aerare e smuovere il terreno.
 
Lo strato superiore così si aprirà e si ammorbidirà e potrete innanzitutto concimare per poi passare alla semina o alla piantagione. Ricordatevi però di non vangare tra piante perenni, ornamentali e rose perché potreste danneggiare sia le piante che le radici e ostacolarne la crescita.

Anche le aiuole non hanno bisogno di essere vangate se il terreno viene mantenuto soffice con un costante approvvigionamento di humus. Sostanzialmente i terreni che necessitano di questa cura sono quelli argillosi che sono più compatti e hanno bisogno di diventare più friabili.

Vangate in profondità, aspettate che torni il freddo che allenterà il terreno. Usate una forca che non metterà in pericolo i lombrichi e pesa molto meno di una vanga. Il lavoro risulterà più semplice per voi e più delicato per il terreno. Muovete la forca avanti e indietro in modo che la struttura del terreno mantenga la sua stratificazione naturale.