Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Il giardino di fine estate

Siete appena tornati da due o tre settimane di vacanza? Probabilmente il vostro primo pensiero sarà lo stato del giardino; ma niente paura, con qualche dritta lo farete tornare in piena forma!
 
È importante pianificare circa un giorno di lavoro in giardino sia prima che dopo le vacanze, in modo che i compiti da svolgere non si accumulino e voi vi sentiate più rilassati. Dopo la vacanza date subito un’occhiata allo stato delle piante. Munitevi di innaffiatoio e forbice e iniziate dando acqua alle zone più inaridite e non preoccupatevi, abbondate pure! Poi sfoltite e potate le piante tagliando germogli e fiori appassiti od ormai secchi.

Molte fioriture estive appassiscono in questo periodo per regalarci una seconda fioritura in autunno, per cui rimuovete tutto ciò che è sfiorito. Non aspettate che lamponi e pomodori appassiscano sulla pianta; tutto ciò che rimane sull’albero o cespuglio ed è ormai sfiorito, ostacola le nuove possibili fioriture. Se l’erba è troppo alta non tagliatela tutta in un’unica rasatura, ma dividete il lavoro in tre momenti nell’arco di una o due settimane. Per ogni rasatura ricordate di non tagliare i fili d’erba più di un terzo della loro lunghezza.

Se nel terreno si fossero aperte delle fenditure potete richiuderle piantando una pianta biennale o una perenne. Siete ancora in tempo per piantare fiori estivi che vi regaleranno una stupenda fioritura autunnale, come crisantemi, erica, calunna, genziane o bellafiora.