Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Le radici non hanno più spazio? Allora ci vuole un rinvaso!

Per donare nuova forza alle piante da interno è buona regola rinvasarle ogni due anni circa, in modo che ricevano sostanze nutritive e più spazio per la crescita delle radici. Il periodo migliore va da inizio febbraio a fine aprile.
 
Da cosa si riconosce che le piante necessitano di un rinvaso?
  • Le radici fuoriescono dai fori per filtrare l’acqua posti sul fondo del vaso
  • Quando innaffiate l’acqua non defluisce e rimane sullo strato superiore del terriccio
  • La pianta tende a cadere

Prova a rinvasare, non è difficile!
Innanzitutto procuratevi un vaso di almeno due misure più grandi di quello attuale e del terriccio di qualità. L’ideale è che sia ricco di sostanze nutritive, ben aerato e privo di grumi; per questo è importante mescolarlo bene e sgretolare i grumi presenti.
Poi occupatevi della pianta: rimuovetela dal vecchio vaso ed eliminate i residui di terriccio presenti sulle radici. Utilizzate una forbice da giardinaggio per sfoltire le punte delle radici e per eliminare quelle vecchie e rovinate. In seguito potete donare una nuova forma alla pianta sfoltendola da foglie e fiori appassiti od ormai troppo deboli. Dopodiché potete riempire il vaso con 2-5 cm di terriccio e posarvi sopra la pianta. Riempite gli spazi rimasti ancora vuoti e premete un pochino. Innaffiate con acqua tiepida e ponete la pianta al suo posto. È importante lasciare un piccolo fosso (1,5 cm ca.) per far defluire l’acqua.
Dopo il rinvaso non sarà necessario concimare per le successive 4 settimane perché il nuovo terriccio contiene già molte sostanze nutritive. Non dimenticatevi di innaffiare regolarmente!
Se una pianta fosse troppo grande per essere rinvasata potete rimuovere i primi 5-10 cm di terriccio dal vaso e smuovere la parte rimanente sul fondo del vaso. Poi riempite lo spazio rimasto con del nuovo terriccio. In questo caso dovrete anche concimare visto che la quantità di sostanze nutritive apportate sarà minore.